News

http://motionup.emotiondesign.it/CLIENTI/eurodream/img/catalogo/2010103216__goccia.jpg Efficacia di Cellfood nel trattamento della fibromialgia


Efficacia di Cellfood nel trattamento della fibromialgia

Le più recenti ricerche scientifiche hanno ribaltato la comprensione delle cause di malattie infiammatorie croniche come l'artrite reumatoide, le miopatie, la fibromialgia. Ormai è chiaro che queste malattie non sono più ad eziologia ignota, ma sono l'espressione di un segnale di risposta alterato a stimoli ambientali, siano essi alimentari, psichici o tossici.
La recente comprensione della azione delle adipochine sulla
 induzione della artrite reumatoide è altamente esemplificativa. Nella stessa linea è da inserire la azione di Cellfood (il nome della sostanza è lo stesso del "brand name") che da anni viene utilizzato come complemento alimentare antiossidante a supporto di patologie infiammatorie croniche come appunto l'artrite o la fibromialgia.

Da pochissimo questa sua utilità, fino ad ora basata sull'esperienza degli utilizzatori e su lavori osservazionali, ha raggiunto il livello di documentazione scientifica grazie a un lavoro universitario effettuato in cieco, e con confronto con placebo, su donne fibromialgiche insensibili ad altri tipi di trattamento.
Il lavoro, pubblicato alla fine del 2007 su Reumatismo (Nieddu ME et al, Reumatismo 2007 Oct-Dec;59(4):316-21) è stato portato a termine dal gruppo di lavoro del prof. Marcolongo dell'Università di Siena.

Un gruppo di 40 donne fibromialgiche, di età compresa tra i 37 e i 45 anni, ha confrontato l'effetto di Cellfood nei confronti del placebo per un periodo di 6 mesi, su alcune delle tipiche caratteristiche della fibromialgia. Dolore soggettivo, dolorabilità ai tender points, e sullo stato generale di salute correlato a un questionario validato.

I risultati sono stati oltremodo positivi e Cellfood ha documentato una azione netta e significativa dal punto di vista statistico su ansia, stanchezza, dolore, stato generale.
La sostanza agisce grazie alla sua potente azione antiossidante sui sistemi biologici, integrandola con l'apporto di oligoelementi indispensabili, a basso dosaggio, per il corretto riequilibrio di molte funzioni organiche. L'aspetto fondamentale è che in una patologia multifattoriale come quella fibromialgica, una sostanza come Cellfood arriva ad agire su più componenti eziologiche, aiutando ad esempio sia la componente di astenia e stanchezza, sia quella connessa alla componente depressiva spesso presente, sia quella legata alla attivazione metabolica connessa al miglioramento della respirazione cellulare.

Considerata la diffusione di forme patologiche intermedie, simili alla fibromialgia, l'impiego di Cellfood, che rimane un integratore alimentare, apre la possibilità di un supporto efficace e semplice per una grande parte delle patologie croniche di tipo reumatologico.





Cellfood Salute Cellfood Sport Cellfood Medicina